Parigi inedita: una guida stilosa e chic

Parigi stilosa e chic in 10 indirizzi inediti, quintessenza del buon e bel vivere à la française

Più vado a Parigi, più ne rimango affascinata e ad ogni viaggio torno con la mia personale guida di indirizzi segreti, posti che ho scoperto e che mi hanno ispirato. Sì perché Parigi è, per me, soprattutto ispirazione. È architetture straordinarie, angoli romantici, strade lussuose e parchi in cui soffermarsi per ore, dolci ipercalorici quanto deliziosi e anche mercati di quartiere, piccoli negozi che sembrano case, vicoli dove il tempo si è fermato. Tutto ciò entra nelle mie guide personali, che sono più che altro appunti di viaggio, più o meno ordinati, dove annoto indirizzi e nomi, fermo qualche riflessione e aggiungo delle immagini di ispirazione. Per l’ultimo viaggio fatto a Parigi quest’autunno non avevo prestabilito un itinerario a tema né mi ero data dei must see. Ho scoperto una Parigi inedita. Inoltre, magicamente, la mia lista ha un filo conduttore che la rende una guida speciale, da insider, con un sapore squisitamente francese. Questa raccolta di indirizzi è talmente d’ispirazione che non potevo non condividerla. Perciò ecco qua

La guida stilosa e chic in 10 indirizzi imperdibili per scoprire una Parigi inedita, davvero

Sulla guida alla Parigi inedita, scaricabile gratuitamente, che si trova alla fine dell’articolo, sono segnalati uno per uno tutti i miei indirizzi imperdibili, una loro breve descrizione e la mappa per raggiungerli. Di seguito, una piccola selezione:

Le Marceau Bastille è uno dei miei posti preferiti per soggiornare a Parigi. Mi piace il senso di accoglienza e calore che emana, il decor urban chic e la posizione favolosa a due passi dalla fermata Bastille. Gli ultimi soggiorni, però, li ho trascori all’Hotel Henriette, del quale ho parlato anche in maMa magazine. Un luogo magico!

Joli Jour
Vero piccolo tempio di decorazione e arredamento di gusto francese eclettico e contemporaneo, Joli Jour è un universo poetico dove trovare tessuti, complementi d’arredo, design, papier peint e luci. Il negozio è situato un po’ fuori i soliti circuiti turistici, su una deliziosa piazza che conserva l’amosfera di paese ‘Anni 50. Insomma, una tappa d’obbligo per chi vuole portarsi a casa un pezzetto di Parigi.

Jamini
Da Jamini “l’arte di vivere indiana che incontra lo chic parigino”. Da non perdere sono i cuscini, mescolati fra loro e adatti a diversi stili e i quaderni realizzati in carta eco (non proveniente da alberi).

Du Pain et des ideés

Il pane e le viennoiserie (cornetti e altre preparazioni in pasta sfoglia) sono squisiti, vere opere d’arte da gustare senza sensi di colpa: il burro (qui solo burro vero) si smaltirà passeggiando…

Le Polidor

Uno dei “restaurant historique” di Parigi nel quartiere latino. Il décor è rimasto quello di una volta, la cucina tradizionale francese ha il sapore di casa e l’atmosfera è allegra e molto informale, sebbene il locale sia frequentato anche da personaggi famosi. Me lo ha fatto conoscere un’amica, portandomici a cena qualche anno fa. Da allora, ci torno sempre quando sono a Parigi.

 

Per scoprire gli altri indirizzi di questa guida stilosa e chic a una Parigi inedita, scaricate la mappa qui. Inoltre sul numero di Natale del magazine troverete indirizzi speciali dedicati alle feste!

 

Salva

Salva

Lascia un commento