Perché andare a Paris Déco Off? Ecco 5 ottime ragioni e le anteprime delle collezioni più belle

Con Paris Déco Off, la grande festa parigina degli editori tessili, Rive droite e Rive gauche si vestono d’eleganza, infondono ispirazione e aprono le porte alla primavera

“Parigi è sempre una buona idea”, qualcuno diceva! Chi se la sente di negarlo? Ma in occasione di Paris Déco Off, l’evento annuale degli editori tessili e dei creatori di carte da parati, pitture e passamanerie, Parigi è un’idea ancora più bella! Paris Déco Off, giunto quest’anno alla sua settima edizione, ha luogo fra il 21 e il 25 gennaio in coincidenza con l’altro atteso evento sul mondo della casa, Maison&Objet.
Se vi trovate a Parigi (che a gennaio, nonostante il freddo mostra un fascino particolare e ovattato) in quei giorni, se siete appassionati dei decorazione e arredamento in tutte le sue sfaccettature, se, semplicemente siete amanti del bello, allora non potete perdere l’appuntamento con Paris Déco Off. Se vi dovesse servire qualche ragione in più, ecco un elenco di 5 ottimi motivi per partecipare alla manifestazione.

1. Quest’anno Paris Déco Off vede la partecipazione di ben 106 marche fra editori di tessuti, carte da parati, pitture e passamanerie. In ogni showroom sarà possibile non solo scoprire le nuove collezioni dei vari brand, ma anche toccare con mano il processo creativo che si cela dietro ogni prodotto e i segreti dei designer. Anche le vetrine di ogni showroom sono dei piccoli gioielli di ispirazione. Anzi, saranno quest’ultime, con i loro colori e i loro mood, a farvi decidere in quale showroom entrare!

2. Paris Déco Off è una passeggiata meravigliosa e fiabesca fra la splendida architettura parigina e le strade comprese fra la Rive Gauche e la Rive Droite. È da percorrere con calma a piedi, sotto i paralumi di stoffa per assaporare completamente il significato di “flâner. Ma per chi proprio non volesse camminare, tenete presente che è previsto un servizio gratuito di navette per spostarsi da un punto all’altro.

3. Una delle iniziative più interessanti di quest’edizione di Paris Déco Off è quella ideata dall’UFDI (Union Francophone des Décorateurs d’Intérieur). Nei saloni dell’Hotel Bel Ami saranno organizzati degli incontri di coaching personalizzati sui temi della decorazione e al termine della sessione verrà rilasciata anche una lista di indirizzi utili. Per prenotare la vostra sessione di coaching e consigli personalizzati, basta compilare il form che trovate qui.

4. Paris Déco Off è una vera e propria festa della bellezza. Negli showroom si viene accolti con buon cibo e buon bere e soprattutto sia nelle strade che negli showroom si può assistere a concerti, performance artistiche e dimostrazioni.

5. Andare a Paris Déco Off non costa nulla (l’evento è totalmente gratuito) ed è un’occasione per una full immersion nella bellezza, nei colori e nella ricercatezza dei dettagli.

Un piccolo assaggio di ciò che vi aspetta a Paris Déco Off? Eccolo!

Christian Lacroix per Designer Guild presenta la collezione Incroyables et Meravilleuses.

 

Pierre Frey presenta Maya, una collezione dai motivi geometrici e floreali ispirata ai colori e alla tradizione artigianale sudamericana.

La collezione di carte da parati Essentia 150/50 di Coordonné è un inno alla natura.

 

La collezione Chesham Cabinet di Liberty Fabrics.

L’eleganza inimitabile e la cura dei dettagli nella pregiata fattura delle collezioni Lizzo.

Paris Déco Off, Lizzo

 

Un verde chiarissimo, rilassante e versatile presentato dai maestri del colore Little Greene.

 

Uno stile indie, frutto di un mix&match fra tradizione ed elementi folk, emerge dalle collezioni Bohemian Travels di Mulberry Home e da quelle eclettiche di Duralee.

2 thoughts on “Perché andare a Paris Déco Off? Ecco 5 ottime ragioni e le anteprime delle collezioni più belle

Lascia un commento